Sei suggerimenti per la brutta notizia

Sei suggerimenti per la brutta notizia
Questa storia appare nel numero di luglio 2011 di . Abbonati » Se il Padrino ci ha insegnato qualcosa sugli affari, è stato questo: è personale. Quindi, quando le notizie sono cattive - e per i rischi inseguimenti, ad un certo punto sarà - una buona strategia di comunicazione ti farà risparmiare il dramma di diventare il nemico.

Questa storia appare nel numero di luglio 2011 di . Abbonati »

Se il Padrino ci ha insegnato qualcosa sugli affari, è stato questo: è personale. Quindi, quando le notizie sono cattive - e per i rischi inseguimenti, ad un certo punto sarà - una buona strategia di comunicazione ti farà risparmiare il dramma di diventare il nemico.

Prendilo dal dott. Robert Buckman, medico oncologo e professore presso l'Università di Toronto, che rompe brutte notizie professionalmente da decenni. "Fai male", dice, "e la gente non ti perdonerà mai. e non ti dimenticheranno mai. "

Buckman ha sviluppato un protocollo chiamato SPIKES per insegnare ai medici, insieme a uomini d'affari di artisti come IBM, Pepsi e PricewaterhouseCoopers, un modo migliore per comunicare cattive notizie. Studia in modo che nessuno possa (troppo) ferire.

Impostazione: Avere lo scambio di persona. Sedersi a meno di un metro di distanza, tenere gli occhi sullo stesso livello e mostrare interesse piegandosi in avanti. Se deve essere fatto per telefono o per video, riconoscere che il mezzo è zoppo. Evita il testo o l'e-mail a meno che tu non stia cercando di essere un boss.

Percezione: Scopri ciò che le persone già sanno o sospettano; li alleggerirà nella situazione. Se stai per licenziare qualcuno, potresti chiedere: "Come pensi che stiano andando le cose?"

Invito: Preparali per quello che accadrà. Di 'che ti piacerebbe parlare della situazione in modo che sappiano che stai per parlare di "qualcosa di grande".

Conoscenza: La consegna dovrebbe essere semplice e cronologica. ("L'economia è cattiva e il budget è basso, quindi dobbiamo tagliare il personale.") Non usare mai il gergo.

Empatia: Riconosci le emozioni della persona in modo appropriato. Sii attento e solidale, ma non dire "So come ti senti", perché non lo fai. Buckman suggerisce qualcosa di più sulla falsariga di: "Questo è uno shock terribile per te" o anche "Questo è terribile per entrambi."

Sommario: Non terminare la conversazione finché non avrai indirizzato il loro emozioni e ha parlato dei prossimi passi.