In che modo Rent-A-Grandma ha iniziato

In che modo Rent-A-Grandma ha iniziato
Questa storia appare nel numero di ottobre 2011 di . Abbonati » Todd Pliss stava lavorando come tutor alle star dei bambini come i Jonas Brothers quando ha iniziato a sentire lamentele. Non si trattava di groupie o di paparazzi o di cattiva illuminazione - si trattava di custodia dei bambini. Le famiglie che si erano trasferite a Los Angeles in modo che i loro figli potessero dedicarsi allo spettacolo erano abbagliate da babysitter poco professionali che non si presentavano in orario o passavano

Questa storia appare nel numero di ottobre 2011 di . Abbonati »

Todd Pliss stava lavorando come tutor alle star dei bambini come i Jonas Brothers quando ha iniziato a sentire lamentele. Non si trattava di groupie o di paparazzi o di cattiva illuminazione - si trattava di custodia dei bambini.

Le famiglie che si erano trasferite a Los Angeles in modo che i loro figli potessero dedicarsi allo spettacolo erano abbagliate da babysitter poco professionali che non si presentavano in orario o passavano ore al telefono.

"Ho sentito queste lamentele", dice Pliss, "e mi sono chiesto: 'Chi è più responsabile? Più maturo?' Ho pensato, Ehi, nonna! Tutti noi abbiamo sentimenti caldi e confusi sulle nonne. E non mandano messaggi o twittano mentre guardano i bambini. "

L'anno scorso Pliss chiuse il libro sul tutoraggio e iniziò a reclutare donne sopra i 50 anni per un servizio di custodia dei bambini che chiamava Rent-A-Grandma. E decollò. Ben presto, oltre a guardare i bambini, ai nonni veniva chiesto dai clienti di cucinare, pulire, pianificare feste e pet-sit, quindi Pliss estese l'ambito dell'agenzia a tutti i servizi domestici.

Dopo che Rent-A-Grandma è stato profilato su Fox News nel marzo 2011, Pliss ha ricevuto più di 300 chiamate chiedendo se fosse in franchising il concetto. Decise di dargli una possibilità: a maggio offrì territori in franchising in 36 stati. Finora, ha venduto unità a Dallas e Houston. Spera di avere 15 anni in funzione entro la fine dell'anno e altri 20 nel 2012.

"Il feedback è stato grandioso, le persone si sono davvero unite con le nonne," dice Pliss. "Dicono che sono come gli Ales dalla vita reale di The Brady Bunch. "

Abbiamo strappato Pliss da un piatto di biscotti fatti in casa per scoprire di più sul franchising.

È solo un espediente?

C'è un fattore novità. La gente dice che il nome porti un sorriso in faccia. Ma c'è una richiesta per questo servizio. Non ci sono mai state più famiglie monoparentali e capogruppo che oggi. Ci sono più bambini sotto i 18 anni che anziani. Molti genitori vogliono qualcuno lì da 3 p. m. fino all'8 p. m. - Alcuni credono nella loro casa.

Le nonne sono davvero migliori?

Non tutti gli over 50 sono i migliori di sempre. Ma circa il 90 percento delle nostre nonne ha precedenti esperienze domestiche. Queste non sono donne in pensione annoiate. Queste sono donne che sono appassionate e vogliono lavorare. È un po 'deludente vedere quante donne buone e anziane sono là fuori che non riescono a trovare lavoro. Una delle nostre nonne era senzatetto e viveva in un rifugio prima di trovare lavoro con noi.

Cosa c'è che non va nei giovani?

Molte volte i ventenni pensano alla loro carriera o tornano a scuola, oppure incontrano qualcuno e si sposano e si trasferiscono altrove. Sono in una fase diversa della vita. Consigliamo ai clienti di intervistare almeno tre nonne prima di assumerle. Stiamo cercando di creare una relazione duratura.

Qualcuno si oppone all'essere chiamato nonna?

Lo adorano e non hanno problemi. Abbiamo messo le donne intorno all'85 o all'86, anche se direi che l'età media è di circa 60 anni. La maggior parte sono nonne reali, anche se non è un requisito. A volte queste donne agiscono davvero come nonne. Diventano parte della famiglia. Ho sentito più e più volte che i bambini la adorano e che la loro vera nonna vive in un'altra parte del paese, o trasmessa. Creano un vero legame.