Dietro l'avvio di un materasso da $ 100 milioni, il cofondatore di Casper condivide consigli su come raggiungere il successo come imprenditore

Dietro l'avvio di un materasso da $ 100 milioni, il cofondatore di Casper condivide consigli su come raggiungere il successo come imprenditore
Nota del redattore:' s & ldquo; 20 domande & rdquo; Le caratteristiche della serie sono state stabilite, insieme a quelle emergenti e pone loro una serie di domande su cosa li rende interessanti, le loro strategie di successo quotidiane e consigli per aspiranti fondatori. Per Jeff Chapin, dare vita alle idee è ciò che lo rende spunta e lo eccita.

Nota del redattore:' s & ldquo; 20 domande & rdquo; Le caratteristiche della serie sono state stabilite, insieme a quelle emergenti e pone loro una serie di domande su cosa li rende interessanti, le loro strategie di successo quotidiane e consigli per aspiranti fondatori.

Per Jeff Chapin, dare vita alle idee è ciò che lo rende spunta e lo eccita. "Sono orgoglioso di vedere persone che creano grandi cose qualunque sia la loro area, & rdquo;

Come ex-progettista della famosa azienda di innovazione IDEO, Chapin ha sicuramente visto la sua giusta dose di sogni diventare realtà. Tuttavia, dopo aver lavorato su grandi progetti, Chapin era pronto ad affrontare il suo progetto di passione: trasformare l'industria del materasso in testa.

"C'è un grosso problema nella società che le persone ottengono solo poche ore di sonno a notte, che può avere un enorme impatto sulla vita e sulla produttività, & rdquo; lui dice. "È un'enorme potenziale opportunità di business per creare un mercato in quel regno". Chapin ha fatto proprio questo. Lui, insieme ad altri quattro, ha visto un'opportunità per sconvolgere l'industria dei materassi dopo aver assistito ai clienti continuamente sopraffatti dalle molteplici opzioni di materassi, mancanza di assistenza clienti e complicate politiche di restituzione.

Così, nel 2014 il piccolo team ha lanciato New York City- basato su Casper, una startup di materassi ecommerce focalizzata sulla creazione di un'esperienza semplificata e semplificata attraverso un & ldquo; all size fits all & rdquo; materasso e una politica di ritorno senza soluzione di continuità. In tal modo, il team di Casper ha colto l'occasione per interrompere l'industria del materasso da 14 miliardi di dollari.

L'opportunità che abbiamo visto è stata solo quella di cercare di aiutare le persone a dormire meglio e cambiare il modo di bilanciare il sonno con il resto delle decisioni nel loro la vita, & rdquo; Dice Chapin. "Essere a casa a New York, vedere le aziende focalizzate che affrontano le industrie e il successo che stavano avendo, combinato con la nostra esperienza passata ci ha entusiasmato a fare un tentativo."

Ora, dopo aver superato di recente $ 100 milioni nel mondo degli affari, la compagnia è passata da uno staff di cinque a 150 dipendenti in meno di tre anni. Si è espanso per includere lenzuola e cuscini, mentre al momento sta sperimentando altri prodotti incentrati sulla pratica del sonno generale.

Ora guardando il gioco a lungo termine, l'uomo-idea Chapin è eccitato dalla miriade di possibilità che Casper intende esplorare come funziona per andare all'estero.

Per capire che cosa ha reso questo tick e le sue chiavi per il successo e la crescita, abbiamo raggiunto Chapin e gli abbiamo posto 20 domande:

1. Come inizi la tua giornata?

Ho un cane di nome Alta, quindi inizio correndo con il mio cane verso le 6:30 o le 7 di mattina. Cerco di non controllare il mio telefono o e-mail fino a quando non lo faccio almeno e faccio colazione.

La ragione è che il mio default è fare molte cose contemporaneamente o correre alla prossima cosa. La vita reale raramente ci consente di ottenere otto ore di sonno o un'intera ora per correre con il cane al mattino, ma ciò non significa che non possiamo usare quelle sei ore di sonno o 30 minuti per correre e liberare il testa, vero?

2. Come finisci la giornata?

Alcune notti guardo

Il Trono di Spade , ma quando mi comporto di più, leggo. Leggo molto saggistica, quindi posso continuare ad imparare. Per lo più leggo di scienza, tecnologia, design e talvolta storia. Tutto ciò che mi dice come funziona il mondo. 3. Che cos'è un libro che ti ha fatto cambiare idea?

Tower and the Bridge

, un mio professore al college l'ha scritto. Quando ho iniziato il college, ero sulla strada del diventare un chimico. Avevo sempre desiderato indossare un camice da laboratorio e lavorare in un laboratorio. Ma quando ho letto questo libro nel mio primo anno di college per una lezione sull'arte strutturale - essenzialmente, la bellezza trovata in architettura e ingegneria - è stato così accattivante che sono passato a major e ho conseguito una laurea in ingegneria civile focalizzata sulle strutture. Fino ad oggi, è ancora un riferimento per me nel mio lavoro, anche se sono passato dalle strutture ai prodotti e ho lavorato su una scala fisica molto più piccola.

4. Che libro consigli sempre?

Making of the Atomic Bomb

, una storia dello sforzo degli Stati Uniti per costruire la bomba atomica. È un libro splendidamente scritto sulla scienza e la tecnologia dietro di esso. Non credo che molte persone pensino a un libro di saggistica come un giradischi, ma mi ha risucchiato. C'è un'incredibile scienza (descritta in un modo molto comprensibile), la tensione attorno alla moralità della costruzione di una bomba atomica, l'ego e conflitti di personalità, insieme al fatto che molti degli scienziati erano ebrei espulsi dall'Europa nazista creando l'arma definitiva per distruggere il nazismo. È una buona lettura Molte persone non hanno avuto grandi esperienze con la non-fiction, quindi penso che li sorprenda.

5. Qual è una strategia da mantenere focalizzata?

Devo rimuovere le distrazioni. È piuttosto semplice Cuffie e musica senza parole e un ufficio in cui non ci sono persone.

6. Quando eri un bambino cosa volevi essere quando sei cresciuto?

Pensavo che sarei diventato uno scienziato. Volevo indossare un camice da laboratorio ed essere in un laboratorio di scienze, tutto pulito e puro. Ho iniziato al college come ingegnere chimico e poi ho preso la classe di questo ragazzo che ha creato questa idea che la forma segue l'arte, l'idea che ingegneri e scienziati possono creare cose bellissime.

7. Che cosa hai imparato dal peggior boss che hai mai avuto?

Avevo un capo che era sia sessista che razzista. L'ho osservato che trattava terribilmente donne e afroamericani e mi faceva commenti negativi. Era estremo.

Tutti meritano una buona dose, indipendentemente dal loro background. Non puoi giudicare nessuno dal loro background. È stato scioccante lavorare con qualcuno del genere, perché non ero mai stato esposto a quello prima. Non ho mantenuto il lavoro a lungo.

8. Chi ti ha influenzato di più quando si tratta di come ti avvicini al tuo lavoro?

I miei genitori. Erano costruttori. Era la loro passione e il loro hobby fare sempre le cose e riparare la casa. Era questa idea di non pensare troppo a qualcosa e semplicemente prendere un'idea iniziale, costruirla e migliorarla nel tempo. Nulla e 'definitivo; puoi migliorarlo più tardi.

9. Che viaggio ti ha cambiato?

Nel 2009, mi sono trasferito in Cambogia per sei mesi e ho lavorato con una non-profit per realizzare un progetto di risanamento rurale.

Ero sempre stato parte di un'istituzione. Ho imparato che puoi fare qualcosa da solo, anche se hai sempre fatto parte di queste istituzioni. Non hai bisogno di loro; puoi andare da solo per imparare, crescere e continuare ad avere successo.

10. Cosa ti ispira?

Sono ispirato da buoni cittadini - persone che contribuiscono alle loro comunità. Gran parte della società fa affidamento su buoni cittadini per funzionare, ma non si parla di tutto questo.

Sono ovunque nel paese, riempiendo buche che il nostro governo non può riempire. Sono spazzato via da persone dedicate che aiutano a tenere insieme la società.

11. Qual è stata la tua prima idea imprenditoriale e cosa ne hai fatto?

Al liceo eravamo tutti surfisti nel New England. Abbiamo fatto un guanto asciutto per il surf e lo abbiamo chiamato Furance Surf. Esiste ancora.

Alla fine sono uscito. Eravamo tutti molto simili, e dovresti davvero iniziare un business con persone diverse da te. Ci sono molte ragioni per questo, ma lo farò bollire fino a due. Uno, dal momento che ci sono così tante cose diverse che devono essere fatte, è incredibilmente utile essere in grado di dividere e conquistare, in secondo luogo, credo che non sia necessario più di un esperto su un argomento. Tutti abbiamo opinioni su tutto, e tutti noi li condividiamo e li ascoltiamo, ma ognuno di noi ha un'opinione finale sulla nostra area di attività. Ci aiuta a prendere decisioni rapidamente e a muoversi più velocemente.

12. Qual è stato un lavoro precoce che ti ha insegnato qualcosa di importante

o utile ? Il mio lavoro più influente è stato lavorare per IDEO per così tanto tempo. Ho iniziato lì quando avevo 25 o 26 anni e ci ho lavorato per 10 anni.

Una cosa utile che ho imparato è stata come presentare. Sei sempre in piedi a raccontare la tua storia, a presentare le tue idee e a mostrare ai clienti il ​​tuo lavoro. Quella ripetizione ha preso qualcosa che, per me, era molto snervante, e ora mi diverto. È stato un grande cambiamento.

13. Qual è il miglior consiglio che tu abbia mai preso?

Al liceo siamo andati a fare un tour di un ufficio di architettura. Qualcuno ci ha consigliato di non sposarci troppo presto. È un consiglio strano, ma se vuoi costruire una carriera è difficile farlo se hai pressioni familiari e bambini all'inizio. Ho 39 anni e non sono ancora sposato, quindi forse l'ho preso troppo a cuore. Ma sono fidanzato ora.

14. Qual è il peggior consiglio che hai mai ricevuto?

Quando stavo pensando di lasciare IDEO c'era una persona anziana che mi ha detto che stavo facendo un grosso errore di uscita, e non avrei mai trovato un altro posto come quello. Penso che sia salutare per le persone andare avanti e trovare qualcosa di nuovo. Se avessi aspettato anche solo un mese o due, non sarei stato qui.

15. Qual è un suggerimento sulla produttività che giuri?

Ignoro molte email. Nel bene o nel male, aiuta con la mia produttività, così posso concentrarmi sul compito a portata di mano.

16. C'è un'app o uno strumento che usi in modo sorprendente per ottenere risultati o rimanere in linea?

Uso ancora le note adesive per creare elenchi giornalieri delle cose da fare. Faccio un elenco di ciò che devo fare e lo controllo. Matita e carta funzionano per me meglio di qualsiasi cosa abbia visto.

17. Che cosa significa per te l'equilibrio tra lavoro e vita?

Ho un buon segnale per capire se sto facendo bene o no. Se vado a letto e non sto pensando al lavoro, allora sto facendo bene nell'equilibrio lavoro-vita. Si tratta di poter interrompere il lavoro in determinati momenti.

18. Come preveni il burnout?

Mi piace lavorare, quindi non sono a rischio di burnout. Sono concentrato sul lavoro specifico che ho e sul campo che ho scelto. Affrontiamo sempre nuovi progetti e per ogni nuovo progetto ci sono cose da imparare su materiali o funzionalità. Finché lo fai, è difficile bruciarlo, perché la prossima cosa è eccitante.

19. Quando sei di fronte a un blocco di creatività, qual è la tua strategia?

Non sarai così creativo seduto alla tua scrivania. Tutto ciò che serve per fare qualcosa con il tuo corpo e le tue mani e sperimentarlo è la soluzione. Devi creare l'ambiente giusto per farlo ed è su di noi creare questo ambiente ora.

Lascio l'ufficio e vado nei negozi, parlo con le persone nelle loro case, vai alle fiere. Abbiamo anche un laboratorio, e puoi andare a giocare nel laboratorio e giocare con i materiali.

20. Cosa stai imparando ora? Perché è così importante?

La maggior parte del mio apprendimento e del mio pensiero adesso riguarda come costruire e progettare l'ufficio giusto. Devo imparare come costruire una cultura del design, come ispirare le persone, come abilitarle a proporre nuove idee. Sta diventando più grande e oltre il punto in cui effettivamente so su cosa stanno lavorando tutti. Per una sostenibilità a lungo termine, dobbiamo correggere l'infrastruttura e l'attitudine.

Questa intervista è stata redatta per chiarezza e brevità.