5 Consigli per formare un comitato consultivo

5 Consigli per formare un comitato consultivo
Dietro tutte le riuscite s sono quelle persone speciali a cui si rivolgono per consigli e perizia: il loro comitato consultivo. Correlati: 11 pezzi di consigli ribelli che catapulteranno il tuo successo all'avvio A differenza di un consiglio di amministrazione, un comitato consultivo non rappresenta azionisti o avere qualsiasi autorità decisionale.

Dietro tutte le riuscite s sono quelle persone speciali a cui si rivolgono per consigli e perizia: il loro comitato consultivo.

Correlati: 11 pezzi di consigli ribelli che catapulteranno il tuo successo all'avvio

A differenza di un consiglio di amministrazione, un comitato consultivo non rappresenta azionisti o avere qualsiasi autorità decisionale. Piuttosto, questo gruppo è composto da professionisti esperti che si impegnano per la crescita del tuo business. Il loro ruolo è quello di aiutare a identificare e raggiungere i propri obiettivi di business.

La costituzione di un comitato consultivo efficace porta nuove prospettive e idee che possono portare la tua azienda a livelli più alti. Ecco cinque suggerimenti per aiutare a formare il tuo comitato consultivo:

1. Identificare i tuoi bisogni.

Potresti avere in mente specifici individui per il tuo comitato consultivo in base alla tua esperienza o relazione con loro, al rispetto per i loro risultati o ai consigli dei saggi che hanno fornito in passato. Il miglior comitato di consulenza è composto da consulenti qualificati di cui ti puoi fidare.

Gli advisor possono anche aiutarti a colmare le tue lacune di conoscenza, quindi considera le persone che completano le tue capacità. Oppure cerca consulenti in grado di fornire le competenze specifiche che ti mancano, che si tratti di marketing, vendite o contabilità.

2. Trova le persone giuste.

La maggior parte degli advisory board ha dimensioni piuttosto ridotte: la maggior parte sono da tre a cinque membri. Cerca persone obiettive che possano dirti ciò che hai bisogno di sapere, piuttosto che ciò che vuoi sentire. Ciò significa no & ldquo; yes-men & rdquo; o & ldquo; sì-donne & rdquo; (che probabilmente esclude la maggior parte dei membri della famiglia e degli amici intimi) o chiunque abbia un interesse finanziario acquisito nella tua attività (come il tuo avvocato, ragioniere o impiegati). Se non hai già in mente i candidati, chiedi consigli alle persone della tua rete, in particolare da altri s

correlati: come e quando dare consigli (suggerimento: non è semplice come pensi)

3. Invita le persone a unirsi al team.

Una volta identificati diversi candidati da inserire nel tuo comitato consultivo, invitali a partecipare. Pianifica un tempo per parlare in modo da poter imparare di più l'uno sull'altro; poi semplicemente chiedi loro di entrare a far parte della tua squadra.

Inoltre, se uno dei tuoi contatti o membri del consiglio suggerisce qualcuno che sembra un potenziale adattamento, chiedi un'introduzione e chiedi perché il tuo interlocutore pensa che questa persona sia una buona idea . Il tuo contatto potrebbe aver avuto un'esperienza positiva con questa persona pertinente alle esigenze della tua attività.

4. Ospita il tuo primo incontro.

Una volta che hai riunito il tuo team di consulenza onirica, organizza riunioni regolari. Idealmente, incontrarsi di persona in un luogo adatto a tutti. Forse potresti anche voler trattare il tuo gruppo a pranzo oa cena. I membri che non possono fare la riunione o vivere fuori dalla tua zona possono chiamare o Skype.

Potresti anche voler tenere una conferenza annuale, dove ti incontri tutti di persona. In questo caso, dovrai coprire le spese di viaggio e alloggio, perché i membri del tuo comitato consultivo sono investiti del tuo successo.

5. Porta tutti sulla stessa pagina.

In preparazione per la riunione preliminare, crea delle linee guida che definiscano responsabilità e obblighi dei tuoi e dei tuoi consulenti. Includere elementi quali la frequenza di riunioni future, accordi di non divulgazione (per garantire che le informazioni aziendali sensibili rimangano riservate) e limiti di durata (per semplificare la sostituzione di consulenti nel caso in cui non siano in grado di adempiere ai propri obblighi). Invia queste linee guida ai tuoi consulenti prima della riunione iniziale in modo che tutti sappiano cosa ci si aspetta dall'inizio.

Avere consulenti fidati ti tiene impegnato con la tua attività in un modo che non è possibile quando vai da solo. Ti prepara anche a restituire il favore servendoti delle bacheche di consulenza di altri in modo da poterli aiutare nel modo in cui gli altri ti hanno aiutato.

Correlati: Il miglior consiglio aziendale che avrai