3 Spaventosi errori di marketing via email da evitare

3 Spaventosi errori di marketing via email da evitare
Controlla attentamente le caramelle di Halloween prima di aprirlo, giusto? Tutti i dolci che sembrano strani o sospettosi vengono buttati nella spazzatura. Bene, la spazzatura è anche il luogo in cui spesso le email di marketing mal progettate, mirate e temporizzate finiscono. Ma le e-newsletter e le e-newsletter del marchio della tua azienda non devono.

Controlla attentamente le caramelle di Halloween prima di aprirlo, giusto? Tutti i dolci che sembrano strani o sospettosi vengono buttati nella spazzatura. Bene, la spazzatura è anche il luogo in cui spesso le email di marketing mal progettate, mirate e temporizzate finiscono.

Ma le e-newsletter e le e-newsletter del marchio della tua azienda non devono. Non se tratti le persone che le ricevono - i tuoi potenziali clienti - in messaggi pertinenti e attentamente curati che risuonano con loro e, meglio ancora, suscitano il loro interesse per i tuoi prodotti e servizi.

Ecco tre freakish email marketing che non riescono ad evitare come caramelle di Halloween contaminate:

1. Disegni "mutilati".

Non perseguitare le tue campagne di e-mail con foto di scorta spaventose o raffinate o immagini obsolete. Erik Harbison, direttore marketing di AWeber Communications, un fornitore di soluzioni di e-mail marketing basato su Chalfont e Pa, suggerisce di optare per immagini vivaci e accattivanti dei vostri prodotti e servizi che danno vita alla vostra storia del marchio.

Il rivenditore di abbigliamento d'ispirazione vintage online ModCloth eccelle in questo, ad esempio. La società invia ai suoi abbonati e-mail visivamente accattivanti, accentate con immagini eleganti e giocose delle loro ultime mode con link a dove acquistare ogni oggetto sul loro sito web. I progetti di email ben bilanciati dell'azienda sono coerenti con i loro contenuti del negozio online, che possono avere un effetto positivo sugli abbonati.

Correlati: 10 domande da porre quando si sceglie un servizio di email marketing

Se si è nel mercato per un modello prefabbricato che è possibile personalizzare rapidamente con il logo e i colori della propria azienda, prendere in considerazione la scelta di un soluzione di email marketing come AWeber, Constant Contact o MailChimp. Offrono un'ampia selezione di modelli gratuiti, progettati professionalmente e non richiedono HTML.

2. Frequenza "diabolica".

Far scoppiare le caramelle più volte al giorno è troppo. Quindi è l'invio di e-mail agli abbonati più volte al giorno. Spaventa le persone, insieme ai loro dollari di spesa.

Lascia che i tuoi abbonati decidano quanto spesso riceveranno e-mail da te dall'inizio, consiglia Harbison. Puoi farlo consentendo loro di scegliere se desiderano ricevere messaggi da te ogni giorno, settimanalmente o mensilmente quando si iscrivono tramite il modulo di iscrizione online.

"Limita la frequenza per soddisfare le preferenze dei tuoi consumatori", dice Harbison. "Se annullano l'iscrizione, offri di ridurre la frequenza al minimo."

Correlati: Perché i marketer dovrebbero smettere di preoccuparsi e imparare ad amare l'annullamento dell'iscrizione Pulsante

Se sei un rivenditore di abbigliamento, potresti chiedere ai tuoi abbonati se desiderano essere contattati via email quando determinati vestiti sono disponibili nelle loro dimensioni e stili e colori preferiti. Se gestisci un ristorante, puoi chiedere agli abbonati se desiderano ricevere una notifica relativa alle modifiche ai menu e alle offerte speciali.

3. "Irrilevante" irrilevanza

Le e-mail strane e irrilevanti che non sono correttamente personalizzate e geograficamente mirate inviano il messaggio che non si è sicuri del pubblico di destinazione e delle loro esigenze.

Harbison offre due esempi spaventosamente comuni: "Mi chiamo John e ricevo un'email indirizzata a Mark o ottengo una promozione per una vendita a New York e vivo a Philadelphia."

Invece, prendi il tempo in anticipo, ancora una volta, durante la registrazione iniziale del sottoscrittore, per chiedere alle persone su quali tipi di argomenti vorrebbero ricevere email, dice Harbison. Quindi segmenta le tue mailing list per adattare determinati messaggi a determinati gruppi. Se noti un ampio gruppo di persone che lasciano tipi specifici di messaggi non aperti o cancellati dall'elenco dopo una serie particolare di messaggi, è probabile che le email non siano mirate.

Correlati: i tasti per scrivere email di promemoria che funzionano