3 Principali previsioni al dettaglio per il 2014

3 Principali previsioni al dettaglio per il 2014
Questa storia è apparsa originariamente su FOX BUSINESS Nel settore della vendita al dettaglio si sta verificando una rivoluzione e le piccole imprese hanno il sopravvento, secondo un membro del settore. Secondo Harley Finkelstein, Chief Platform Officer di Shopify, il futuro del retail appartiene al e al creatore, piuttosto che ai grandi magazzini.

questa storia è apparsa originariamente su FOX BUSINESS

Nel settore della vendita al dettaglio si sta verificando una rivoluzione e le piccole imprese hanno il sopravvento, secondo un membro del settore.

Secondo Harley Finkelstein, Chief Platform Officer di Shopify, il futuro del retail appartiene al e al creatore, piuttosto che ai grandi magazzini. Finkelstein chiama questo spostamento il & ldquo; democratizzazione del commercio al dettaglio. & Rdquo;

Shopify è una piattaforma di commercio utilizzata da oltre 80.000 aziende - digitale e pubblica - in oltre 100 paesi. Alcune delle aziende Shopify aiutano la gamma di potenza di Tesla Motors (TSLA), Gatorade e CrossFit, a StartupThreads, DODOCase e Tattly. Questa settimana, la startup di Ottawa, con sede in Canada, ha ricevuto 100 milioni di dollari in finanziamenti della serie C, che prevede di destinare a piattaforme di vendita offline.

"I consumatori vogliono comprare dai produttori", dice Finklestein. "[Le] persone che sono appassionate del loro prodotto e del marchio e della grande comunità che ci sta dietro."

Correlati: 4 Passa a Make Now for a Profitable 2014

1. Acquistare dal piccolo ragazzo online.

E potrebbe essere su qualcosa. Mentre Amazon (AMZN) ha superato le classifiche di traffico del Black Friday e del Cyber ​​Monday con 2. 6 milioni di visitatori, secondo un rapporto del DeepField Blog, Shopify non era molto indietro. Il sito di commercio è arrivato al terzo posto (dietro eBay e davanti ai grandi rivenditori Walmart (WMT), Best Buy e Target) con circa 1,5 milioni di visitatori.

Nel 2012, i negozi Shopify hanno venduto $ 23 milioni durante il fine settimana dello shopping del Ringraziamento, rispetto a $ 63 milioni durante lo stesso periodo del 2013. Finklestein prevede che tutto questo segnerà lo spostamento verso le preferenze delle piccole imprese che domineranno il 2014.

Fai acquisti sui mercati in sé come un modo semplice per i commercianti di vendere prodotti online o presso punti vendita e pop-up. Alcune delle sue offerte di prodotti per i rivenditori vanno da un negozio online, soluzioni di pagamento per accettare carte di credito e un sistema di punti vendita.

Correlati: i tuoi lavoratori part-time sono un grande affare

2. 'Popify' non trova confini tra offline e online.

Finklestein dice che parte della recente transizione della società verso gli stadi offline da uno spazio commerciale sempre più unificato. A differenza di altri esperti del settore, Finklestein afferma che lo shopping omnicanale, in cui i consumatori utilizzano tutte le opzioni online, in-store e mobile per navigare e confrontare i prodotti prima di effettuare un acquisto, non è necessariamente la via del futuro.

Shopify ha recentemente effettuato due esperimenti di pop-up per osservare il modo in cui gli acquirenti interagiscono con i prodotti in una posizione fisica. Il & ldquo; Popify & rdquo; prova trovata & ldquo; mattone tradizionale e malta & rdquo; gli acquirenti sono tutti diversi: alcuni provano i prodotti e li acquistano in negozio, mentre altri vanno a casa per acquistarli online.Quindi i rivenditori che vedono i loro negozi fisici e negozi online come pezzi separati del puzzle mancano il punto.

& ldquo; La barriera tra offline e online è artificiale, & rdquo; lui dice.

Correlati: Come i Millennial fanno le vacanze

3. È tutto per il consumatore, stupido.

Una ragione per il fiasco della separazione offline / online, e un'altra tendenza che Finklestein prevede per il nuovo anno, è una maggiore consapevolezza delle preferenze dei consumatori.

E cosa vogliono i consumatori?

Un recente studio Accenture ha rilevato che metà dei consumatori ritiene che la cosa migliore che i rivenditori possono fare per migliorare lo shopping sia integrare meglio l'esperienza di acquisto offline e online. Lo stesso studio ha rilevato che l'89% dei consumatori desidera che i rivenditori li autorizzino nel modo più conveniente per loro.

Secondo Finklestein, i rivenditori di oggi dovrebbero tenerne conto durante la pianificazione di domani.

& ldquo; Siamo nel bel mezzo di qualcosa in questo momento ... tra 10 anni potremo dire che è quando la vendita è cambiata, & rdquo; lui dice.

Correlati: Il DNA digitale dietro a Holiday Shoppers