3 Lezioni per ogni azienda Da una strategia olimpica

3 Lezioni per ogni azienda Da una strategia olimpica
Steve Mesler è un medaglia d'oro olimpica e sociale che ha unito opportunità educative, tecnologia innovativa e tutoraggio attraverso la sua giovane startup, Classroom Champions. L'organizzazione educativa senza scopo di lucro, ora al suo quinto anno, accoppia le aule di tutti gli Stati Uniti e il Canada con i mentori degli atleti che partecipano alle Olimpiadi o alle Paraolimpiadi.

Steve Mesler è un medaglia d'oro olimpica e sociale che ha unito opportunità educative, tecnologia innovativa e tutoraggio attraverso la sua giovane startup, Classroom Champions. L'organizzazione educativa senza scopo di lucro, ora al suo quinto anno, accoppia le aule di tutti gli Stati Uniti e il Canada con i mentori degli atleti che partecipano alle Olimpiadi o alle Paraolimpiadi.

Correlati: La nave sociale ha vantaggi inaspettati per la linea inferiore

I mentori comunicano con le loro classi assegnate tramite messaggi video mensili che sono integrati nei piani di lezione dell'insegnante. Gli argomenti spaziano dalla definizione degli obiettivi e dalla perseveranza alla comunità, all'amicizia e alla vita sana. Gli studenti ei loro mentori sviluppano relazioni sincere attraverso l'utilizzo di schermi piatti, televisori Apple, iPad e altre tecnologie di tendenza.

& ldquo; Consideriamo la tecnologia non solo la base su come gestiamo la nostra organizzazione, ma come una grande base su come i bambini saranno in grado di imparare, crescere e avere successo, & rdquo; ha detto Mesler, aggiungendo che è imperativo per gli studenti essere & ldquo; literate digitalmente & rdquo; nel mondo di oggi.

Dopo cinque anni di costruzione di Classroom Champions, Mesler ha scoperto che molte delle caratteristiche che si applicano alla rubrica di una organizzazione non profit rispecchiano quella di una piccola impresa. Di seguito sono riportati tre esempi di questo.

1. Siate appassionati

Che si tratti di una società o di una società a scopo di lucro che gestiscono una piccola impresa, devono esprimere passione.

& ldquo; Se hai passione per quello che stai facendo, la gente verrà, le persone seguiranno e le persone crederanno in quello che stai facendo, & rdquo; Disse Mesler.

L'ispirazione per Classroom Champions è cresciuta dalle visite una tantum di Mesler alle scuole elementari quando era un olimpionico negli anni 2000. Mancava l'opportunità di sviluppare una relazione duratura con gli studenti. Di conseguenza, lui e sua sorella, la dottoressa Leigh Mesler Parise, co-fondatrice di Classroom Champions, hanno creato l'organizzazione per risolvere quella specifica disconnessione tra studenti e atleti.

I risultati sono stati una no-profit in cui i suoi mentori atleti mantengono una relazione di lunga data con i loro studenti attraverso una comunicazione costante e l'impegno a fornire un buon esempio per loro. Come proprietario e seriale di Dallas Mavericks, Mark Cuban ha detto, & ldquo; Non avviare un'azienda a meno che non sia un'ossessione e qualcosa che ami. & Rdquo;

Risultato: per i social, cosa viene prima: affari o missione?

2. Orientamento ai risultati

Un'organizzazione senza scopo di lucro possiede due linee di fondo: l'impatto tangibile che produce sulla sua area target e la capacità di sostenere finanziariamente il suo funzionamento. Nel 2014-15, Classroom Champions collaborerà con circa 110 scuole, con i suoi mentori che influenzano direttamente 4.000 studenti e ne impegnano quasi 35.000.

Secondo Mesler, con solide misurazioni, Classroom Champions può schematizzare statisticamente in che modo la sua organizzazione sta cambiando le vite degli studenti per il meglio. Ad esempio, il 95% degli insegnanti del programma ha affermato che lavorare con Classroom Champions li ha aiutati a diventare un insegnante migliore.

Simile a un'organizzazione senza scopo di lucro, i proprietari di piccole imprese spendono molto del loro tempo ed energie concentrandosi su come massimizzare i loro profitti. Eppure, è importante ricordare che nelle prime fasi di una nascente startup, potrebbe non avere immediatamente esperienza di ricompense mature. Di conseguenza, sono necessari pazienza e un piano d'azione concreto per far crescere la propria attività.

3. Sii curioso

Fare domande è una tattica semplice che Mesler suggerisce di intraprendere quotidianamente. Come possiamo incorporare più tecnologia nella nostra classe? Dove dovremmo concentrare i nostri sforzi nella crescita di Classroom Champions? Quali piattaforme di social media possono aiutare ad espandere la nostra influenza nel mondo? Come possiamo essere più incisivi?

Queste sono solo alcune delle domande che Mesler e il suo team si sono chiesti mentre si dirigevano verso l'attuale anno accademico.

Possedendo una mente curiosa, si favorisce la crescita delle loro imprese attraverso l'apprendimento di nuove idee, risorse e tendenze che possono influire positivamente sui loro profitti. L'apprendimento costante è la base di un imprenditore di successo.

Correlati: Cosa mi ha sorpreso di più come sociale